Elisabetta Carosio

Elisabetta Carosio

Elisabetta Carosio si diploma in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Brera nel 2009 e poi nel corso Regia alla Civica Scuola Paolo Grassi di Milano nel 2012. 

Elisabetta Carosio

Elisabetta Carosio

Segue come assistente alla regia, per lavori di diversa natura, artisti tra cui César Brie, Serena Sinigaglia, Carmelo Rifici, Compagnia Costanzo-Rustioni, Renata Coluccini, Alberto Giusta, Sabrina Sinatti, Michele Casarin, Roberto Scarpetti, Francesco Villano. Nel 2014 fonda “Compagnia Lumen. Progetti, arti, teatro”. Alterna il lavoro sulla prosa contemporanea a quello sulle produzioni per l’infanzia. Dirige “U.N.O.”di Marco Giorcelli e Aldo Ottobrino, “Con undici occhi”con la supervisione di Antonio Pizzicato, “Coleotteri”di Valentina Gamna, “Figli di chi”,di cui è anche autrice ispirandosi al romanzo noir “Nordest” di Carlotto – Videtta, “Bianco”,che partecipa alle semifinali di Scenario Infanzia, “Streghe istruzioni per l’uso”da Roald Dahl, Dayshift” di Darren Donohue per il Festival Tramedautore 2014 al Piccolo Teatro di Milano,“Brevi giorni e lunghe notti. Storie di straccioni, di porci e di re”di Gabriele Genovese, vincitore del premio Direction Under 30,“Ora di pranzo”di Giulia Lombezzi, “Stabat Mater”mise en espace per Hystrio al Teatro Elfo Puccini, “Sospiri.Un amore di contrabbando”di Gabriele Genovese. Nel 2018 debutta la produzione Lumen “Falafel Express”, progetto sulle seconde generazioni ideato da Elisabetta e scritto da Roberto Scarpetti. Un progetto che contamina il linguaggio del teatro con quello del fumetto e si arricchisce di una serie di laboratori rivolti con particolare attenzione a migranti e seconde generazioni sul tema della cittadinanza. É tra i finalisti di Fantasio Festival di regia 2018. Nel 2019 dirige “Il Natale di Harry”, produzione del Teatro della Tosse. Con lo studio sul testo “Mio Zio Samir “di Roberto Scarpetti è vincitrice del bando Theatrical Mass di Campo Teatrale. Come insegnante e trainer teatrale Elisabetta partecipa al Progetto Europeo “Crossing the borders” in collaborazione con Electropark. Conduce laboratori di scenografia per adolescenti nella periferia di Milano e percorsi di teatro integrato con A.T.I.R. all’interno del progetto “Gli spazi del teatro”. É insegnante nei corsi di recitazione per adulti del Teatro della Tosse di Genova, Teatro dell’Armadillo a Rho, Linguaggi Creativi e Lab 121 a Milano e in diverse scuole per l’infanzia.