Giulia Moroni

Si è formata fin dall’età di 6 anni presso la scuola City Dance di Rho diretta da Salvatore Guglielmo, nello studio di diverse discipline di danza: classico, modern, contemporaneo, hip hop, tip tap. Ha partecipato a stage internazionali, in cui ha avuto l’occasione di approfondire i suoi studi con importanti personalità nel panorama della danza.

Giulia Moroni

Giulia Moroni

Come attrice e operatrice teatrale, si è formata presso il Teatro dell’Armadillo di Rho con Massimiliano Mancia, Mauro Gentile, Marco Borghetti, Filomena Ieno e Monia Nuzzi.

Ha proseguito e prosegue tuttora la sua formazione di attrice e danzatrice insieme a diversi insegnanti, tra cui Maria Carpaneto (Presenza, Mobilità, Danza, presso C.I.M.D., Milano), Cristina Duci (Danze Popolari, presso Associazione Ballabiott, Rho), Alessandra Rizzuto (Teatrodanza, Danza Contemporanea, presso Dynamotive, Abbiategrasso), Antonio Brugnano (Mimo, presso Campo Teatrale, Milano), Silvia Girardi (Devised Theatre, presso CasaYoga, Milano).

Ha partecipato a stage e seminari con Alessandra de Santis (Laboratorio sul Corpo Scenico, presso
LachesiLab, Milano), Hervé Diasnas (Presenza, Mobilità, Danza, presso Teatro Ringhiera Atir), Silvia Girardi (Devised Theatre, presso Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, Milano), Lia Gallo e Caterina Scalenghe (Recitazione, presso Campo Teatrale, Milano), Damiano Giambelli (Teatro di Figura, presso Teatro dell’Elica, Lissone), Eleonora Parrello (Body Mind Centering, presso Dynamotive, Abbiategrasso), Maria Carpaneto e Ivana Petito (Teatrodanza, presso Teatro dell’Armadillo, Rho), Elisa Lepore (Recitazione, presso Dynamotive, Abbiategrasso), Marta Lucchini (Danza Sensibile, presso Spazio Scimmie Nude, Milano).

È insegnante di teatro per bambini presso il Teatro dell’Armadillo e collabora alla realizzazione di spettacoli dedicati alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie, tra cui “Il lampione, la lucciola e la stella”, regia di Erica Maestri, “A tavola con Van Gogh”, regia di Florencia Seebacher, “A (s)passo di danza”, regia collettiva, e “Una fata che non sapeva danzare”, di cui è attrice e regista.

Ha preso parte a diversi spettacoli prodotti dal Teatro dell’Armadillo, tra cui “Atteone” e “Thorns-Spine”, regia di Massimiliano Mancia, “C.V.P. Come vi piace”, “Sirene”, “Delineavit”, regia di Mauro Gentile, “Tié!”, regia di Marco Borghetti, “Diversithé”, regia di Florencia Seebacher. Ha curato i movimenti scenici e le coreografie di “The Untrodden Path”, spettacolo in lingua inglese con la regia di Mauro Gentile in collaborazione con Florencia Seebacher, e di “Cade la Neve”, regia di Mauro Gentile. È regista di “Nuvole di Farfalle”, spettacolo sui cambiamenti climatici scritto da Andrea Mambretti. È inoltre interprete di “Punti d’Identità”, spettacolo di teatrodanza con la regia di Alessandra Rizzuto, co-produzione di Dynamotive e di Teatro dell’Armadillo.

È laureata in Scienze dei beni culturali presso l’Università degli Studi di Milano e si sta formando come Danza-movimento terapeuta presso la Scuola di Artiterapie di Lecco.