fbpx

I Musicanti di Brema

Domenica 24 Giugno ore 21

Anfiteatro del Parco dell’Orologio* – Arluno
con il patrocinio del Comune di Arluno

CORPO BANDISTICO ARLUNESE
TEATRO INSTABILE
TEATRO DELL’ARMADILLO – TEATRO INAUDITO

presentano

I MUSICANTI DI BREMA – FAVOLA MUSICALE

di Angelo Sormani

La nota fiaba dei Fratelli Grimm, musicata da A. Sormani per strumentazione variabile a 5 voci bandistiche ed un solo narratore, è adattata per l’occasione. In scena le note di una trentina di musicanti si intrecciano con le voci di 14 attrici, che agiscono la vicenda. Prende così vita un nuovo e più allargato ensemble armonico, che fonde spirito bandistico e anima teatrale. Uno spettacolo per tutti, grandi e piccini, che parla di voglia di vivere, di libertà, di spirito di gruppo e del coraggio di cambiare.

*in caso di pioggia lo spettacolo si terrà al CineTeatro Sant’Ambrogio, via Papa Giovanni XXIII – Arluno

adattamento drammaturgico e regia: Sabina Villa

direzione Corpo Bandistico Arlunese: Maestro Riccardo Giarda

interpreti: Simona Berti, Ornella Bianchi, Gabriella Caimmi, Elena Chiodini, Wilma Cislaghi, Elisabetta De Marzi, Laura Grillo, Isabella La Torre, Alba Liuzzi, Mariangela Paroni, Emanuela Perfetti, Silvia Raneli, Angela Saitta, Luisa Zenaboni costumi e scenografia. Comp. Teatro Instabile, Giuseppe Marinelli, Sabina Villa

La vicenda è quella mutuata dalla nota fiaba dei Fratelli Grimm. Un asino, da sempre trattato male dal padrone e ormai invecchiato, rischia di fare una brutta fine. Decide allora di fuggire. Strada facendo incontra un cane, un gatto ed un gallo, anch’essi in fuga dalle rispettive fattorie per salvarsi la pelle. I quattro decidono di andare insieme a Brema, per vivere senza padroni e provare a diventare musicisti nella banda della città. Lungo la via troveranno rifugio nella casa di un gruppo di briganti, dai quali sapranno abilmente difendersi. Messi in fuga i brutti ceffi, i quattro animali vivranno felicemente in quella casa per il resto della loro vita, rinunciando ad andare a Brema, ma continuando a fare musica in totale libertà. La partitura originale di Angelo Sormani, scritta per strumentazione variabile a 5 voci bandistiche ed una sola voce d’attore narrante, è adattata per l’occasione. In scena una trentina di musicanti (flauti, clarinetti, sassofoni, trombe, tromboni, corni, bassotuba, eufoni e percussioni) intrecciano le loro note con i suoni di 14 attrici, che metteranno in azione la vicenda, dando voce a tutti i personaggi. Prende così vita un progetto che fonde anima teatrale e spirito bandistico in un nuovo e più allargato ensemble armonico. Uno spettacolo per bambini, che parla del riscatto del mondo animale, tanto bistrattato dall’uomo. Uno spettacolo per adulti, che riflette sull’autunno della vita, ancora così ricco di risorse personali. Uno spettacolo per tutti, che valorizza la capacità di individui differenti di farsi gruppo attorno ad un progetto comune. Una fiaba universale, incentrata sulla voglia di vivere e sul coraggio di cambiare.

Related posts